MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU

NOTIZIE DAL MONDO – Cap. 1

YEMEN: i sauditi dichiarano di aver conquistato il porto e l’areoporto di Hodeida, luogo strategico per le forniture all’esercito Houti. Gli Houti dicono che l’aeroporto non lo hanno preso. Si combatte in tutta la zona. Entrambi i contendenti rallentano le missioni di aiuto ai civili. Il disastro umanitario continua così come l’epidemia di colera.

LIBIA: il Signore della Guerra Al Jadhran pochi giorni fa aveva conquistato i pozzi della Mezzaluna Petrolifera, Sidra e Ras Lanuf, da cui passa il 40% del greggio libico. L’esercito del Generale Haftar li ha ripresi in un paio di giorni. Parecchie mega cisterne sono andate a fuoco. Il danno ambientale è devastante, la perdita economica per la Libia notevole. Movimenti delle milizie varie intorno all’aeroporto Mitiga, a Tripoli. Il governo di Serray ha schierato la forza di dissuasione RADA, intimando a dette milizie varie di star lontano. Il vostro fornitore di viet-nam non è però riuscito a trovare una notizia decente e verificabile su cosa sta davvero succedendo a Tripoli. Neanche a cercar bene.

SIRIA: l’ISIS controlla ancora più o meno un 3% del territorio. Stanno piazzati a sud est della Siria, a ridosso dell’Eufrate. L’offensiva finale contro l’ISIS, dichiarata dalle milizie a prevalenza curda (SDF) non era iniziata benissimo… dopo tre settimane le SDF sembrano aver finalmente segnato qualche punto, liberando la provincia di Hasaka e prendendo Bashisha. Le SDF attaccano da est dell’eufrate. Contemporaneamente l’esercito siriano attacca da ovest. Contemporaneamente gli iracheni cercano di blindare la frontiera a sud. Contemporaneamente la coalizione a guida USA bombarda. Dicono di avere ammazzato il capo del contrabbando ISIS e che questo darà una bella botta ai loro finanziamenti. Sono riusciti a sequestrare 300.000 pastiglie di Captagon (anfetamina) che l’ISIS destinava in parte all’esportazione. Si vedrà. Sta di fatto che ISIS continua ad avere armi e a combattere, come al solito piuttosto bene. Io la vedo lunga. Grande offensiva dell’esercito siriano a sud ovest, verso Daraa, in mano a milizie ribelli varie sostenute sino ad ora dagli USA. Per quella zona si era fatto un patto di de-escalation tra USA e Russia. Il patto non c’è più. L’offensiva è la più importante nel vietnam siriano. Vi partecipa la forza d’Elite “Tigre”, che Al Sadat schiera sempre nei punti di attacco che ritiene prioritari. Grande sfoggio di artiglieria. Tutte le agenzie riportano di massicci bombardamenti russi ma il vostro fornitore non riesce a verificare la notizia. La zona di Daraa è ai confini con Giordania e Israele… come dire… Netanyahu è volato in Giordania, la Giordania ha schierato l’esercito al confine. La notizia più importante è che gli USA non interverranno a difesa dei ribelli. Lo hanno dichiarato sia gli USA che i ribelli. Vedremo.

TURCHIA: il Senato USA ha votato per non vendere più altri F35 alla Turchia. Erdogan non l’ha presa bene. Pazienza.

IRAQ: hanno deciso di ricontare i voti delle elezioni a mano. Bel casino. Nel frattempo ISIS da’ segni di risveglio, segnatamente nella provincia di Salahuddin.

Buon Vietnam a tutti.

Se hai trovato interessante questo articolo, clicca su una pubblicità a caso, a te non costerà nulla a noi ci aiuterà a investire in ricerca

ULTIMI POST

MINNITI SI CANDIDA ALLA SEGRETERIA PD

Sono ormai mesi che il mondo renziano è in fermento, che parla di congresso, mentre Renzi non ne parla, che …
Leggi Tutto

No, Leu non va derisa, però …

Oggi un post mi ha fatto molto riflettere. Diceva che nessuno, del Pd o comunque di orientamento di centrosinistra, dovrebbe …
Leggi Tutto

PENSIONI, CHE FREGATURA …

La questione pensione rappresenta l’ennesimo esempio di come ci sia un’enorme differenza tra le promesse false e/o demagogiche e la …
Leggi Tutto

Gozi: “serve un nuovo movimento politico”

dobbiamo promuovere un nuovo movimento, aperto a tutti coloro che condividono senso dell’urgenza e nuova direzione, non chiedendo cosa hanno …
Leggi Tutto
NOTIZIE DAL MONDO

NOTIZIE DAL MONDO – Cap. 13

SE ANKARA DÀ UNA MANO ALL’ISIS… SIRIA: due mesi fa circa le forze curde (SDF) appoggiate dalla coalizione a guida …
Leggi Tutto
/
ARCHIVIO ARTICOLI
giugno: 2018
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
GLI ARTICOLI PIÙ GETTONATI
  • Come un libro può aver causato il disastro italiano
    Chi sono questi due? Semplicemente due giornalisti che nel 2007 scrissero un libro entrato nella storia: LA CASTA. In teoria Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo non hanno alcuna colpa. In pratica sì, si portano sulle spalle una grande responsabilità, quella di aver dato il LA al degrado del paese. In teoria hanno solo scritto […]
  • Quando un leghista sputtana il nostro paese
    Questo è il video cui  l'eurodeputato Ciocca si è vantato di aver difeso l'Italia.  Si toglie una scarpa e sporca il documento ufficiale di Moscovici. https://twitter.com/i/status/1054749403150475265 Abbiamo cercato in rete una parola di scuse o qualcosa di simile da parte del suo capo Matteo Salvini, ma niente, lui ha altro da fare. Non ci sono […]
  • LETTERA APERTA A ANDREA ORLANDO
    Carissimo Andrea, lo dico con sincerità, mi hai veramente deluso. Forse il fatto che eri sempre stato in silenzio, forse il fatto che non hai mai fatto nulla in vita tua che potesse provocare un dissenso, per il semplice fatto che non hai proprio fatto nulla, nonostante le innumerevoli cariche che hai avuto, insomma, che […]
  • Troppo facile vincere e poi passare la patata bollente a chi perde
    Le sceneggiate a cui stiamo assistendo in questi giorni sarebbero esilaranti se non fossero deprimenti per la loro meschinità. La pochezza di chi ha vinto raccontando balle agli elettori e adesso non sa che carte pigliare, quella dell’intero establishment dei media che ha pompato iniziative inaudite sia ai tempi del referendum che nell’ultima consultazione, e […]