Privacy Policy

Cosa è successo dal 2013 ad oggi

Secondo la sinistra o finta sinistra, quella che ha appoggiato Zingaretti, quella dei Media compatti contro di lui ieri e caritatevoli verso il segretario di oggi, la sua colpa è quella di essersi spostato a destra. Chiedono a gran voce da un anno l’autoanalisi, che poi per loro sarebbe quella di ammettere questa enorme fesseria. Serve a qualcosa il fatto che l’elettorato del 4 Marzo si è spostato a destra e non a sinistra? Serve a qualcosa che nelle ulteriori  tornate elettorali nonché in tutti i sondaggi, gli elettori si sono spostati ancora più a destra? No, loro vanno avanti come caterpillar su questa irragionevolezza. Che poi uno che conosce l’operato del governo Renzi, non può che registrare che centinaia di provvedimenti avevano tutti  un colore tipico di sinistra. E però no, ne è bastato uno, il JobsAct  per ritenere il suo operato di destra e ogni volta che parlano di errori si riferiscono sempre e solo a quelli.  Per la verità molti dimostrano di non sapere nemmeno cosa sia il JobsAct, per loro è la cancellazione dell’art.18. Poi che i milioni di lavoratori che avevano l’art.18 lo hanno ancora, questo conta poco. Secondo loro Renzi ha perso voti per questo e infatti oggi il maggior beneficiario di quei voti è Matteo Salvini, che non ha alcuna intenzione di cancellare il JobsAct.

E allora, quali errori ha commesso Renzi? Come ogni umano, probabilmente molti, ma sicuramente non tali da giustificare questo suo declino.

Venendo al dunque, dico la mia. Renzi a mio avviso ha commesso un solo errore e noi tutti assieme a lui. Abbiamo creduto che un progetto politico, così rivoluzionario per il nostro paese si potesse realizzare con il Partito Democratico.

Bastava girare per i circoli, parlare con i militanti per capire che la base era imperniata da vecchi idoli, da vecchi slogan, da vecchi principi, da vecchie logiche e soprattutto stracolmi di personaggi che intendevano la politica unicamente come strumento di occupazione di potere. Esattamente l’opposto di quanto premesso e predicato sin dalle prime Leopolda.

Doveva dirlo il primo esempio di primarie, quando tutti noi che eravamo dentro quella macchina abbiamo assistito al modo scandaloso in cui furono condotte.

Poi qualcosa apparentemente è cambiato, vinse un congresso, prese il 41% dei voti alle Europee. Ci illudemmo tutti, che il popolo del Pd avesse fatto suo questo nuovo vento.

Non era così, lui e noi assieme, siamo stati usati, perché portavamo voti, ci hanno fatto credere di essere con noi, ma non lo sono mai stati. Il Pd nei territori ha sempre avuto una vita propria lontana dalla segreteria nazionale. I capibastone locali che ci sono ancora ovunque, quelli discendenti dal Pci e quelli discendenti dalla Dc, hanno convogliato i voti su Renzi  quando lo hanno ritenuto comodo e li hanno tolti quando non serviva più. Quattro congressi di cui due vinti, sono stati totalmente inutili, la linea del partito non la decidono gli elettori.  Renzi questo l’ha capito, non per niente all’ultima Leopolda ha detto a chiare lettere: noi a questo congresso non parteciperemo. Ha detto noi, non io. Il popolo renziano non lo ha capito, ha insistito, una parte ha preso parte al congresso, in nome di Renzi, anche se Renzi  era di diversa opinione e il risultato è stato quello che si è visto.

La cosa assurda è vedere oggi amici che ancora credono che non sia successo niente, credono che si sia trattato di un semplice cambio di segreteria, l’illusione che adesso si vota alle europee qualche candidato renziano ( ? ) Zingaretti ne prende atto e ..  che fa? Può solo ringraziarvi dei voti che porteranno a Bruxelles i suoi amici di sempre. Veramente pensate che Renzi possa tornare alla guida del Pd? Ma se anche per assurdo succedesse, veramente pensate che possa cambiare qualcosa? Questo è accanimento terapeutico amici miei.

Il Pd ha una sua fisionomia ben precisa ormai, quella di un vecchio Partito Socialista (che purtroppo ha insiti anche i difetti della Dc) uno di quei partiti che ovunque in Europa è in discesa libera. E  per favore non parlatemi della Spagna, dove Sanchez vince solo grazie ai disastri giudiziari del PP e comunque i numeri di Zapatero se li sogna.

L’unione di Pd e Art.1 nella lista delle Europee, è un’unione naturale e dirò di più, nel futuro sarà inutile anche la divisione da Sinistra Italiana. Quando un segretario elegge come slogan principale la frase “contro la violenza della globalizzazione” frase che è il leitmotiv di Marco Rizzo ma anche di Casapound, cos’altro c’è da dire?  Come può un partito con questo dna essere strumento di realizzazione di un progetto liberaldemocratico?

Allora, caro Matteo, sì, ci siamo illusi, io, te, noi, ci siamo lasciati illudere perché hanno barato, hanno recitato. Tutti persino quelli che tu hai fatto ministri. Oggi la situazione è complicata, lo sappiamo, tu sei stato confinato in Senato, ti sono state legate le mani e in parte la bocca.

La tua uscita di ieri a Firenze ci lascia perplessi, anche se ne possiamo comprendere i motivi. Il problema è che tu dovendo necessariamente appoggiare questo Pd, hai smesso di essere “RENZIANO”, noi non abbiamo vincoli, noi continueremo ad esserlo. Essere renziani però non significa  seguire il tuo verbo, quella come tu hai detto spesso, è una malattia. No, noi saremo fedeli a noi stessi, continuando a credere in un progetto Liberaldemocratico.

Quando tu vorrai tornare a essere renziano, noi saremo qui ad aspettarti.

Se hai trovato interessante questo articolo, clicca su una pubblicità a caso, a te non costerà nulla a noi ci aiuterà a investire in ricerca

7+
Condividi su:

2 risposte a Cosa è successo dal 2013 ad oggi

  • Avatar

    Siccome “le parole hanno un peso”, come diceva Moretti (e che era di sinistra non c’entra), allora adesso non è meglio definirsi RIFORMISTI e non RENZIANI?

    0
  • Avatar

    In una cosa in 50 anni ha avuto ragione D’Alema l’amalgama non è e non poteva riuscire! Urge un centro liberaldemocratico la sciando al loro destino i fallimentari cascami del PCI con contorno di decotti DC de sinistra. Adesso abbiamo i maramaldi alla direzione vedremo che faranno!

    0
Quanto manca alle Elezioni Europee ?
Chi è Online
Al momento non ci sono utenti online
Membri attivi di recente
ADRIANO AMATO
WEBMASTER
Avatar
Avatar
Avatar
Avatar
Avatar
MASSIMO MINNETTI
Foto del profilo di STAFF
ARCHIVIO ARTICOLI
GLI ARTICOLI PIÙ GETTONATI