COORD. ADRIANO AMATO

ADRIANO AMATO

ADRIANO AMATO

MI SPIACE MA NON CI STO, NON MI UNISCO AL CORO

Non ci sto a farmi dettare la scaletta dai media, si quei media che hanno dettato i titoli e il testo degli ultimi 5 anni convincendo l’80% degli Italiani. Gli stessi che hanno dettato i titoli contro Berlusconi facendolo governare indisturbato 20 anni.

Oggi sento dire: Salvini ha preso in… Continua a leggere

Vi racconto perché Salvini ha già fallito

Adesso vi racconto una storia. Fino a qualche anno fa abitavo a Roma, in un quartiere che faceva parte di un Municipio guidato da un Presidente di Sel, noto per la sua politica di protezione dei Rom. Il quartiere vicino, storicamente il quartiere rosso di Roma, sotto la sua guida… Continua a leggere

Tutta la verità sul decreto dignità

Lo avevamo detto che un Ministro del Lavoro che non ha mai lavorato in vita sua sarebbe stato un problema. Certo, potrebbe studiare, imparare, ma sembra proprio che non sia portato. Lui dopo 5 anni in Parlamento, a sentirlo parlare, sembra  che non si sia mai occupato di politica in… Continua a leggere

700 comuni al voto

Non posso non pensare all’esempio del comune che mi ospita da qualche anno. Un ventennio di amministrazione di destra-centro. Amministrazione opaca, senza progetti, senza sviluppo, con molte ombre, che possono arrivare persino all’odore di mafia.

Dopo anni, molti cittadini ne hanno abbastanza, vogliono cambiare. L’errore però è pensare di liberarsene… Continua a leggere

Basta con il politically correct

Sì, lo voglio dire forte ai miei amici, perbenisti, attendisti, comprensivi: non ne posso più delle vostre frasi secondo le quali sarebbe vietato criticare, bisognerebbe aspettare, “lasciamoli fare”, “vediamo cosa sanno fare”.

BASTA!

La politica non è questa. La politica è analisi e critica e l’analisi si fa anche… Continua a leggere

PENSIERINO FRA ME E ME

Ripenso a una settimana fa, quando la cronaca diceva che Conte aveva già preso congedo dall’Università, lo stesso per alcuni Ministri in pectore. Ricordo di aver pensato: ma non vanno un po’ troppo di corsa? Dove sta questa certezza che questo fantomatico governo si realizzi?

Erano pensieri sfuggenti ma dettati… Continua a leggere

Lettera aperta a Giuseppe Conte

Carissimo Conte,

a scanso di equivoci non mi riferisco al Premier uscente ma a quello entrante.

Ieri ho ascoltato dalla tua bocca la tua offerta  magnanima di essere l’avvocato difensore di tutti i cittadini, quindi anche il mio.

Io voglio crederti e quindi accetto con entusiasmo la tua proposta e… Continua a leggere

Non sono le origini il problema del Pd

Leggo spesso e ancora di più negli ultimi tempi, affermazioni e analisi di miei amici che accollano la crisi del Pd alle appartenenze delle origini.

Permettetemi di esprimere le mie perplessità su questa questione.

Nemmeno io ero entusiasta della fusione a freddo che ha generato la nascita del Pd, tanto… Continua a leggere

FACCIAMO CHIAREZZA SU CHI È IL MOVIMENTO

 

Sì cari amici perché la disinformatia si è costruita su due leit-motiv, con l’aiuto indiscriminato della quasi totalità dei Media:

  • Il Movimento ormai è autonomo
  • Il Movimento è di sinistra, gli elettori provengono dal PD

DUE BUFALE COLOSSALI!

Cominciamo dalla prima. Oggi a sentire i giornalisti, Di Maio è… Continua a leggere

Al Pd: Basta messaggi ambigui che aprono scenari

Un giorno Calenda, l’altro Martina, smentiscono affermazioni e si aprono polemiche. Non sarò di certo io a difendere i giornali che con i loro titoli diversi dai contenuti degli articoli diffondono in concreto notizie false. Io li denuncio e combatto da anni, quotidianamente.

Però in questo momento così delicato, c’è… Continua a leggere

Perché chi accosta il M5S alla politica fa ridere

È un modo di dire Di Maio, stai tranquillo.  Tu sei un bravissimo attore, talmente bravo a recitare i copioni che ti scrivono, che i giornalisti credono veramente che tu sia un uomo politico. Anche se dovresti fare una scuola per migliorare. Ottima l’impostazione della voce e la mimica facciale,… Continua a leggere

TREGUA? NO DI MAIO, NON TE LA PUOI CAVARE COSÌ

Spieghiamo in 4 parole la nostra indisponibilità a rimanere in un partito che scende a patti o anche dialoghi con questo Movimento.

Queste le parole di Di Maio:

“Credo che ora il senso di responsabilità nei confronti del Paese ci obblighi tutti, nessuno escluso, a sotterrare l’ascia di guerra”. 

E… Continua a leggere

Perché non faccio il tifo per un segretario

 

Ieri da una mia battuta di puro spirito, non politica, fatta su Martina, si è acceso sui social un dibattito che sembrava già la campagna per le primarie per l’elezione del Segretario.

Lo dico apertamente, non ci sto. Io al totonomi non partecipo, non mi interessa. Io… Continua a leggere

AH SE IL PD NON FOSSE PD

Sì, così pensavo stamattina leggendo alcuni post di Fabio Martini e Mattia Feltri, se il Pd non fosse di nome e di fatto democratico, avrebbe potuto inserire in statuto una norma come una di quelle che hanno inserito in regolamento i 5S, secondo le quali chiunque dovesse esprimere “comportamenti suscettibili… Continua a leggere

Perché sono orgoglioso di aver perso

Non se ne può più di sentire, leggere, ogni cinque minuti, in ogni dove, “Renzi deve lasciare perché ha perso”.

Lo dico a prescindere dal fatto che stiamo parlando di Renzi, vale per chiunque. Credo che questa teoria sia la prova provata dello scadimento della politica. La politica è politica,… Continua a leggere

Chi è il nuovo Presidente della Camera

È lui, Roberto Fico siederà su quello scranno che fu di Nilde Jotti e Sandro Pertini.

Quarantaquattrenne di buoni studi, laureato a Trieste in Scienze della Comunicazione. Vi sto leggendo nel pensiero “ecco, la solita facoltà di quelli che devono prendere a tutti i costi un pezzo di… Continua a leggere

ULTIMI TWEET

Segui @politecait su Twitter.

ARCHIVIO ARTICOLI
giugno: 2018
L M M G V S D
« Mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930