COORD. ADRIANO AMATO

MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU

APPROFONDIMENTI

L’ITALIA CHE VORREI, IL GOVERNO CHE VORREI

  1. Penso che la globalizzazione sia un bene per il pianeta, soprattutto per i paesi in via di sviluppo, e penso sia un’opportunità anche per noi a patto che si scelga di cavalcare la rivoluzione digitale in atto, perché l’alternativa sarebbe subirla e diventare sempre più marginali. Rimanere “analogici” in un… Continua a leggere

Caro Matteo, ti scrivo

Caro Matteo era un po’ che non ti scrivevo, torno a farlo in un momento che è veramente critico, non solo per te, non solo per noi, ma per l’intero paese.

Io potrei mettermi qui a elencare gli errori che hai fatto, dire “Renzi ha fatto degli errori” ormai… Continua a leggere

Nuove misure del governo contro il gioco: paliativi ?

Milletrecento euro l’anno è la cifra che ognuno di noi spende nel gioco. Escluse schedine varie.

Per fare una battuta direi che se il gioco d’azzardo fosse inserito nel paniere dell’Istat, il numero delle persone in povertà assoluta crollerebbe drasticamente. Questa è una battuta, ma nella realtà invece possiamo pensare… Continua a leggere

CONTINUA IL DIBATTITO SULLA CRISI DEL PD

Il Pd non esiste più, il Pd è fuori dalla scena politica, ma è sempre al centro di ogni dibattito, è sempre il topic di ogni Talk-Show.

Molti ce lo portano per rigirare il coltello nella piaga, molti solo per far dire a qualcuno che è tutta colpa di Renzi,… Continua a leggere

Povertà : tutta la verità sui dati Istat

Il primo dato che salta all’occhio è quello geografico. Riferito alle persone: sono 1.928.000 al nord, 771.000 al centro, 2.359.000 al sud. Notare, al centro sono diminuiti rispetto al 2016.

Quindi, il primato al sud, ma anche il Nord soffre. Naturalmente in termini percentuali rispetto al numero di residenti la… Continua a leggere

IL RANTOLO DI UN PARTITO

Non c’è un solo dato dei risultati elettorali di ieri che mi abbia sorpreso. Tutto era più o meno prevedibile, molti erano scontati.

A sorprendermi, sì perché sono duro, riesco ancora a sorprendermi, sono i commenti e le analisi all’amatriciana.

L’ASSURDO:

Comuni della Toscana che dopo 3 quarti di secolo… Continua a leggere

MI SPIACE MA NON CI STO, NON MI UNISCO AL CORO

Non ci sto a farmi dettare la scaletta dai media, si quei media che hanno dettato i titoli e il testo degli ultimi 5 anni convincendo l’80% degli Italiani. Gli stessi che hanno dettato i titoli contro Berlusconi facendolo governare indisturbato 20 anni.

Oggi sento dire: Salvini ha preso in… Continua a leggere

Tutta la verità sul decreto dignità

Lo avevamo detto che un Ministro del Lavoro che non ha mai lavorato in vita sua sarebbe stato un problema. Certo, potrebbe studiare, imparare, ma sembra proprio che non sia portato. Lui dopo 5 anni in Parlamento, a sentirlo parlare, sembra  che non si sia mai occupato di politica in… Continua a leggere

FACCIAMO CHIAREZZA SU CHI È IL MOVIMENTO

 

Sì cari amici perché la disinformatia si è costruita su due leit-motiv, con l’aiuto indiscriminato della quasi totalità dei Media:

  • Il Movimento ormai è autonomo
  • Il Movimento è di sinistra, gli elettori provengono dal PD

DUE BUFALE COLOSSALI!

Cominciamo dalla prima. Oggi a sentire i giornalisti, Di Maio è… Continua a leggere

Fact-checking, una nuova fabbrica di bufale in Tv

Se vado indietro con la memoria, non ricordo un Biagi, un Montanelli, un Bocca, un Ottone, addentrarsi in analisi di pura economia. Ogni giornale aveva l’addetto all’economia e quello era veramente esperto e poteva permettersi di entrare nei dettagli, ognuno dal suo proprio punto di vista.

Questo fino a un’epoca… Continua a leggere

ULTIMI POST

LE FINTE SCARAMUCCE DEI COMMEDIANTI AL GOVERNO

Sì, proprio come diceva Pirandello, “giuoco delle parti”, “ma non è una cosa seria”. Questa commedia che va in scena …
Leggi Tutto
congresso pd

PD – CONGRESSO : La guerra è iniziata

In casa Pd ormai è guerra dichiarata. La data del congresso non è ancora stata annunciata, c’è solo una dichiarazione …
Leggi Tutto

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto

LEOPOLDA 9 – cosa ci si aspetta?

Un appuntamento importante, che si prevede essere più affollato dello scorso anno, qualora fosse fisicamente possibile. Le aspettative sono tante …
Leggi Tutto
NOTIZIE DAL MONDO

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto
/
ARCHIVIO ARTICOLI
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
GLI ARTICOLI PIÙ GETTONATI
  • Come un libro può aver causato il disastro italiano
    Chi sono questi due? Semplicemente due giornalisti che nel 2007 scrissero un libro entrato nella storia: LA CASTA. In teoria Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo non hanno alcuna colpa. In pratica sì, si portano sulle spalle una grande responsabilità, quella di aver dato il LA al degrado del paese. In teoria hanno solo scritto […]
  • LETTERA APERTA A ANDREA ORLANDO
    Carissimo Andrea, lo dico con sincerità, mi hai veramente deluso. Forse il fatto che eri sempre stato in silenzio, forse il fatto che non hai mai fatto nulla in vita tua che potesse provocare un dissenso, per il semplice fatto che non hai proprio fatto nulla, nonostante le innumerevoli cariche che hai avuto, insomma, che […]
  • Troppo facile vincere e poi passare la patata bollente a chi perde
    Le sceneggiate a cui stiamo assistendo in questi giorni sarebbero esilaranti se non fossero deprimenti per la loro meschinità. La pochezza di chi ha vinto raccontando balle agli elettori e adesso non sa che carte pigliare, quella dell’intero establishment dei media che ha pompato iniziative inaudite sia ai tempi del referendum che nell’ultima consultazione, e […]
  • CHI ODIA RENZI ?
      Un viaggio attraverso gli accadimenti degli ultimi due anni per scoprire cosa è cambiato nei sentimenti di alcuni Italiani verso il nostro attuale Premier. ROMA AI GRILLINI: COLPA DI RENZI? Durante le ultime amministrative si è detto più volte dovunque che la causa maggiore della perdita di Roma e Torino da parte del Pd […]