COORD. ADRIANO AMATO

MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU

Forse anche fra noi qualcuno non ha ancora capito che M5S non è un partito politico

Alcuni amici di sinistra poi vivono nel mondo dei sogni, il peggior movimento totalitario nato dopo il nazifascismo, per loro è di sinistra.

La cosa che trovo veramente allucinante è sentire miei compagni che dibattono di punti di programma da discutere, da concordare… sono allibito!  Voi veramente pensate che il Movimento abbia qualcosa a che fare con i programmi politici? Voi veramente pensate che quelle 4 assurdità che hanno scritto nelle campagne elettorali locali siano poi state minimamente prese in considerazione quando hanno governato? O per caso i loro principi solidissimi, le loro idee spiattellate, sono mai state coerenti con l’atteggiamento tenuto in Parlamento in ogni occasione?

Cosa devono fare ancora per farvi capire che questo pseudo movimento di politico non ha nulla? Cosa ancora vi devono mostrare per farvi rendere conto che abbiamo a che fare con un comico pazzo assetato di potere in combutta con una società di affari assetata di euro e che a entrambi dell’Italia gliene frega meno di niente?

Responsabilità? La vera irresponsabilità sarebbe aiutare questa gente a prendere il potere. La responsabilità del disastro istituzionale a cui stiamo assistendo devono prendersela i cittadini che li hanno votati ben sapendo a cosa saremmo andati incontro e quelli che sempre sotto ordine di questi sciamannati hanno votato No al referendum, fidandosi di loro ciecamente, probabilmente inconsapevoli del danno che stavano creando.

No, non ci sto. E mi spiace anche vedere e leggere pennivendoli che non hanno capito un’acca di quello che sta succedendo, che addebitano il nostro no all’atteggiamento di Renzi, o il nostro umore al fatto che da anni veniamo vituperati e accusati di ladrocinio e di mafia da questa gentaglia e oggi ci si chiede di aiutarli.

No, carissimi non è questo. Otturandoci naso, occhi, bocca e altro, si potrebbe anche dimenticare tutto, ma non è questo. Il punto è che noi riteniamo il Movimento un qualcosa che esula dalle istituzioni democratiche, dal nostro sistema politico, un qualcosa che è pericolosissimo per il nostro paese.

Per fare un piccolo esempio, molto piccolo rispetto alla situazione generale creata da questa gente. Oggi sentivo in un Tg un bel servizio sul problema Morbillo. Si raccontava come grazie al Decreto Lorenzin siamo finalmente rientrati in parametri di normalità rispetto ai vaccini. Continuavano dicendo che purtroppo quei parametri negli anni passati erano crollati vertiginosamente in situazione di pericolo, grazie ai social.

I social?  I social non parlano di vaccini, i social sono un pezzo di carta su cui scrivere. Per far girare un’idea serve chi scrive, chi legge, chi condivide. E se parliamo di vaccini, tutto questo ha nome e cognome: Movimento 5 Stelle. Altro che social.

E noi dovremmo aiutare questi criminali?

Infine, due parole su Renzi. Oggi ho visto qualche titolo: i Renziani bloccano Fico. Lo ripeto per l’ennesima volta, cari giornalisti, non avete capito niente. Noi non vogliamo governare con i 5S, noi persone, noi, militanti, noi elettori del Pd. Non siamo una setta, non siamo un gruppetto come la stampa vorrebbe far credere, siamo la maggioranza assoluta, siamo il Pd. Renzi? Renzi non è più segretario e tace. Noi non siamo grillini che ripetiamo solo quello che dice il capo, noi ragioniamo con la nostra testa. Abbiamo ragioni per ritenere che Renzi la pensi come noi, ma non lo sappiamo visto che è silente. Vogliamo però anche essere chiari, se lui impazzisse e sostenesse un governo con M5S, noi non ci staremmo lo stesso. Quindi cialtroni pennivendoli prendetene atto per cortesia. Lo so mi illudo..

Se hai trovato interessante questo articolo, clicca su una pubblicità a caso, a te non costerà nulla a noi ci aiuterà a investire in ricerca

3 risposte a Forse anche fra noi qualcuno non ha ancora capito che M5S non è un partito politico

  • Bravissimo Adriano, riflessione argomentata, seria e articolata. Il principio di fondo è esattamente quello che hai esposto. I 5s non sono in alcun modo una compagine di inspirazione democratica, Non c’è nessuna possibilità di accordi con loro

  • Condivido tutto. Per documentarsi dettagliatamente consiglio a tutti ” l’ esperimento’ di JACOBONI.

  • Al PD conviene l’alleanza, perché non siamo in un film dove tra le tante opzioni c’è l’happy end. Se non c’è accordo si va alle elezioni, dove oltretutto (immagino) si ridiscuteranno le candidature nei collegi. Conviene? Con la certezza poi di arrivare, se dice molto bene, allo stesso risultato

ULTIMI POST

IL PD NON ESISTE MA ANCORA PRENDE VOTI (pochi)

Da ieri sentiamo notizie, numeri, proclami relativi alle elezioni nelle province di Trento e Bolzano, ma non si capisce bene, …
Leggi Tutto

LE FINTE SCARAMUCCE DEI COMMEDIANTI AL GOVERNO

Sì, proprio come diceva Pirandello, “giuoco delle parti”, “ma non è una cosa seria”. Questa commedia che va in scena …
Leggi Tutto
congresso pd

PD – CONGRESSO : La guerra è iniziata

In casa Pd ormai è guerra dichiarata. La data del congresso non è ancora stata annunciata, c’è solo una dichiarazione …
Leggi Tutto

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto
NOTIZIE DAL MONDO

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto
/
ARCHIVIO ARTICOLI
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
GLI ARTICOLI PIÙ GETTONATI
  • Come un libro può aver causato il disastro italiano
    Chi sono questi due? Semplicemente due giornalisti che nel 2007 scrissero un libro entrato nella storia: LA CASTA. In teoria Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo non hanno alcuna colpa. In pratica sì, si portano sulle spalle una grande responsabilità, quella di aver dato il LA al degrado del paese. In teoria hanno solo scritto […]
  • LETTERA APERTA A ANDREA ORLANDO
    Carissimo Andrea, lo dico con sincerità, mi hai veramente deluso. Forse il fatto che eri sempre stato in silenzio, forse il fatto che non hai mai fatto nulla in vita tua che potesse provocare un dissenso, per il semplice fatto che non hai proprio fatto nulla, nonostante le innumerevoli cariche che hai avuto, insomma, che […]
  • Troppo facile vincere e poi passare la patata bollente a chi perde
    Le sceneggiate a cui stiamo assistendo in questi giorni sarebbero esilaranti se non fossero deprimenti per la loro meschinità. La pochezza di chi ha vinto raccontando balle agli elettori e adesso non sa che carte pigliare, quella dell’intero establishment dei media che ha pompato iniziative inaudite sia ai tempi del referendum che nell’ultima consultazione, e […]
  • CHI ODIA RENZI ?
      Un viaggio attraverso gli accadimenti degli ultimi due anni per scoprire cosa è cambiato nei sentimenti di alcuni Italiani verso il nostro attuale Premier. ROMA AI GRILLINI: COLPA DI RENZI? Durante le ultime amministrative si è detto più volte dovunque che la causa maggiore della perdita di Roma e Torino da parte del Pd […]