COORD. ADRIANO AMATO

MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU

LA BIMBA ROM e una legge su certe armi, da rivedere

Ricordo quando ero bambino, andavano di moda i  fucili ad aria compressa. I figli di chi poteva permetterselo non potevano non possedere un Diana. Ricordo però che le munizioni erano solo gommini. A me sembravano comunque pericolosi, se ti prendevano ti facevano molto male, se ti prendevano in un occhio, ti lasciavano cieco.

Tutto questo me lo ha fatto ricordare il fatto assurdo successo a Roma, in Via Togliatti, dove un funzionario dello Stato, anzi del Senato, ha sparato dalla finestra colpendo e forse rovinandole la vita, una bimba. I notiziari dicono tutti che ha sparato piombini.

Piombini? Sono consentiti? Si, pare proprio di sì. Questo il passaggio della legge:

“Le armi di cui al comma 1 possono utilizzare esclusivamente il funzionamento semiautomatico od a ripetizione semplice ordinaria e sono destinate al lancio di pallini inerti non idonei a contenere o trasportare altre sostanze o materiali.”Amazon vende piombini

In sostanza le munizioni non possono essere attive, ma la legge non limita la qualità del materiale e infatti Amazon le vende tranquillamente, come potete vedere sulla figura.

Un aspetto della legge che forse andrebbe cambiato, ma come non potevamo aspettarci altro dal duo Scajola/Castelli autori del decreto, così non possiamo aspettarci altro da chi invece vorrebbe dotare ogni persona della licenza di uccidere.

Vorrei comunque vedere altri aspetti di quella legge (vedi gazzetta), perché se è vero che legalizza l’acquisto e la detenzione a chiunque di maggiore età, senza alcun tipo di licenza, è anche vero che non liberalizza affatto l’uso. Le armi ad aria compressa possono essere utilizzate solo in luoghi non pubblici ma non possono essere utilizzate nemmeno a casa propria. In pratica si possono usare solo nei poligoni di tiro.

Cosa succederà adesso al delinquente? O pazzo, ma comunque delinquente. È indagato, ma per cosa? Sarà indagato anche per tentato omicidio? Purtroppo dubito. Perché se sarà processato solo per aver contravvenuto alla legge di cui sopra, si prenderà una multa massima di 3000 € e la sua pedina e forse anche la sua coscienza rimarrà pulita.

Ora direte voi, che questo problema legislativo di cui parlo è stato portato alla luce da questo incidente. Attenzione, guardate che non è il primo caso, nella cronaca ne trovate a decine, solo che questo va nelle prime pagine perché oggi serve a sparare su Salvini.

Ho passato in rassegna una ventina di titoli di giornali, 19 contenevano la frase: “è stato un italiano a sparare”. Io questi titoli li trovo razzisti tanto quanto quelli che sottolineano che a commettere un reato è stato uno straniero.

Avvertenza: questa riflessione punta solo l’obiettivo su un vulnus della legge.  Non vuole dire che la bimba è stata ferita per colpa di quel decreto. Un pazzo trova qualsiasi modo per uccidere, un terrorista con furgone fa più morti di un pazzo americano carico di armi acquistate facilmente. Quest’uomo dal suo balcone, se avesse voluto veramente colpire la bimba rom, ed è molto probabile che sia così, anche senza possedere una pistola, avrebbe potuto lanciargli un vaso in testa e dire che era stato il vento.

Se hai trovato interessante questo articolo, clicca su una pubblicità a caso, a te non costerà nulla a noi ci aiuterà a investire in ricerca

ULTIMI POST

LE FINTE SCARAMUCCE DEI COMMEDIANTI AL GOVERNO

Sì, proprio come diceva Pirandello, “giuoco delle parti”, “ma non è una cosa seria”. Questa commedia che va in scena …
Leggi Tutto
congresso pd

PD – CONGRESSO : La guerra è iniziata

In casa Pd ormai è guerra dichiarata. La data del congresso non è ancora stata annunciata, c’è solo una dichiarazione …
Leggi Tutto

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto

LEOPOLDA 9 – cosa ci si aspetta?

Un appuntamento importante, che si prevede essere più affollato dello scorso anno, qualora fosse fisicamente possibile. Le aspettative sono tante …
Leggi Tutto
NOTIZIE DAL MONDO

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto
/
ARCHIVIO ARTICOLI
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
GLI ARTICOLI PIÙ GETTONATI
  • Come un libro può aver causato il disastro italiano
    Chi sono questi due? Semplicemente due giornalisti che nel 2007 scrissero un libro entrato nella storia: LA CASTA. In teoria Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo non hanno alcuna colpa. In pratica sì, si portano sulle spalle una grande responsabilità, quella di aver dato il LA al degrado del paese. In teoria hanno solo scritto […]
  • LETTERA APERTA A ANDREA ORLANDO
    Carissimo Andrea, lo dico con sincerità, mi hai veramente deluso. Forse il fatto che eri sempre stato in silenzio, forse il fatto che non hai mai fatto nulla in vita tua che potesse provocare un dissenso, per il semplice fatto che non hai proprio fatto nulla, nonostante le innumerevoli cariche che hai avuto, insomma, che […]
  • Troppo facile vincere e poi passare la patata bollente a chi perde
    Le sceneggiate a cui stiamo assistendo in questi giorni sarebbero esilaranti se non fossero deprimenti per la loro meschinità. La pochezza di chi ha vinto raccontando balle agli elettori e adesso non sa che carte pigliare, quella dell’intero establishment dei media che ha pompato iniziative inaudite sia ai tempi del referendum che nell’ultima consultazione, e […]
  • CHI ODIA RENZI ?
      Un viaggio attraverso gli accadimenti degli ultimi due anni per scoprire cosa è cambiato nei sentimenti di alcuni Italiani verso il nostro attuale Premier. ROMA AI GRILLINI: COLPA DI RENZI? Durante le ultime amministrative si è detto più volte dovunque che la causa maggiore della perdita di Roma e Torino da parte del Pd […]