COORD. ADRIANO AMATO

MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU

Un esempio di cosa porterebbe la statalizzazione grillina

Prendo ad esempio la E45. Le superstrade si sa, sono normali autostrade solo che non si paga il pedaggio. Non avendo introiti non possono essere concesse in gestione a privati, quindi la manutenzione è totalmente affidata allo stato, nel nostro caso all’Anas.

La E45 è l’arteria che va da Terni a Cesena, chi la frequenta sa bene che il manto stradale ricorda più le strade di Roma che non un’autostrada, quindi sicuramente era ora di provvedere al suo rifacimento. C’è modo e modo però, non si possono penalizzare i cittadini sparsi su tutto quel percorso che usano questa strada per lavorare, per vivere. Ho iniziato a percorrere  quotidianamente il tratto fra Terni e Perugia in Luglio (non so prima) e oggi 20 Settembre la situazione non è cambiata. Amici mi dicono che la situazione è uguale anche in Romagna.

Lavori di rifacimento, per altro lentissimi, non un Km alla volta come sarebbe logico, ma sull’intero percorso, rendendo impraticabile lo scorrimento perché ci sono decine e decine di km a una sola carreggiata. Questo non è niente, parliamo delle uscite. Com’ è possibile chiudere per intere settimane l’entrata o l’uscita a una città? Prendo a esempio Todi, ha due uscite, sud e nord, ad oggi venendo da Terni le uscite sono entrambe chiuse da settimane, l’entrata verso Perugia che vedete in foto è chiusa da due mesi.

Adesso provate a percorrerla e vi troverete con tratti il cui manto è stato rifatto, ma sembrano tappeti, un quadrato sì un quadrato no e la cosa più strabiliante e passare sui tratti nuovi e scoprire delle belle buche sull’asfalto.

Detto questo, provate a pensare se succedesse una piccola parte di questo su un’autostrada ad esempio sull’Autosole? Sarebbe il finimondo. Ma non succede, le autostrade sono rifatte in continuazione e ve lo dimostra il fatto che sono ineccepibili, ma di sicuro viene fatto con criterio, senza danneggiare gli utenti.

Come dire, si fa presto a parlare per stereotipi, per ideologia, per ignoranza, poi però i fatti son fatti.

Certo, lo sappiamo, in Germania le autostrade sono ottime e le gestisce lo Stato, certo sono tutte gratuite, chi dovrebbe gestirle? Qui però siamo in Italia.

Se hai trovato interessante questo articolo, clicca su una pubblicità a caso, a te non costerà nulla a noi ci aiuterà a investire in ricerca

ULTIMI POST

LE FINTE SCARAMUCCE DEI COMMEDIANTI AL GOVERNO

Sì, proprio come diceva Pirandello, “giuoco delle parti”, “ma non è una cosa seria”. Questa commedia che va in scena …
Leggi Tutto
congresso pd

PD – CONGRESSO : La guerra è iniziata

In casa Pd ormai è guerra dichiarata. La data del congresso non è ancora stata annunciata, c’è solo una dichiarazione …
Leggi Tutto

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto

LEOPOLDA 9 – cosa ci si aspetta?

Un appuntamento importante, che si prevede essere più affollato dello scorso anno, qualora fosse fisicamente possibile. Le aspettative sono tante …
Leggi Tutto
NOTIZIE DAL MONDO

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto
/
ARCHIVIO ARTICOLI
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
GLI ARTICOLI PIÙ GETTONATI
  • Come un libro può aver causato il disastro italiano
    Chi sono questi due? Semplicemente due giornalisti che nel 2007 scrissero un libro entrato nella storia: LA CASTA. In teoria Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo non hanno alcuna colpa. In pratica sì, si portano sulle spalle una grande responsabilità, quella di aver dato il LA al degrado del paese. In teoria hanno solo scritto […]
  • LETTERA APERTA A ANDREA ORLANDO
    Carissimo Andrea, lo dico con sincerità, mi hai veramente deluso. Forse il fatto che eri sempre stato in silenzio, forse il fatto che non hai mai fatto nulla in vita tua che potesse provocare un dissenso, per il semplice fatto che non hai proprio fatto nulla, nonostante le innumerevoli cariche che hai avuto, insomma, che […]
  • Troppo facile vincere e poi passare la patata bollente a chi perde
    Le sceneggiate a cui stiamo assistendo in questi giorni sarebbero esilaranti se non fossero deprimenti per la loro meschinità. La pochezza di chi ha vinto raccontando balle agli elettori e adesso non sa che carte pigliare, quella dell’intero establishment dei media che ha pompato iniziative inaudite sia ai tempi del referendum che nell’ultima consultazione, e […]
  • CHI ODIA RENZI ?
      Un viaggio attraverso gli accadimenti degli ultimi due anni per scoprire cosa è cambiato nei sentimenti di alcuni Italiani verso il nostro attuale Premier. ROMA AI GRILLINI: COLPA DI RENZI? Durante le ultime amministrative si è detto più volte dovunque che la causa maggiore della perdita di Roma e Torino da parte del Pd […]