COORD. ADRIANO AMATO

MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU
MENUMENU

VITALIZI: LE SOLITE BUFFONATE A 5 STELLE

Siamo alle solite, sempre la stessa storia. I pentacialtroni montano delle farse con il solo scopo di poter poi fare una gazzarra. A loro dei cittadini interessa meno di zero.

Ecco come ce la racconta Marco Di Maio, giornalista e Deputato del Pd.

Hanno impedito di parlare ad alcuni deputati violando le più ovvie e semplici regole democratiche, hanno invaso e occupato l’ufficio di presidenza della Camera riunito per prendere delle decisioni, hanno inscenato una manifestazione in piazza Montecitorio tramite i loro afecionados dal titolo “circondiamo il parlamento” per raccontare agli italiani una colossale bugia: e cioè che la proposta del Movimento 5 stelle di cancellare i vitalizi è stata bocciata per lasciare tutto così e “tenersi i privilegi”. Non è vero niente, anzi, è vero il contrario: grazie alla decisione presa oggi, si compie il più robusto taglio ai vitalizi degli ex parlamentari che sia mai stato realizzato. Perché c’è chi grida e c’è chi prova concretamente a fare quel che è possibile fare.

Le cose sono andate così. Di fronte alla proposta di legge a prima firma Matteo Richetti che ho sottoscritto e sostenuto assieme a tanti altri colleghi, il “Movimento” ci ha mandato a quel paese dicendoci che avremmo dovuto passare dall’ufficio di presidenza della Camera con un’apposita delibera anziché dalle commissioni parlamentari. Abbiamo fatto come chiedevano e dunque spostato la discussione in Ufficio di presidenza, l’organo che sovrintende e gestisce l’amministrazione della Camera dei Deputati.

Qui i “grillini” hanno presentato una loro proposta di delibera bella da raccontare, ma impossibile da realizzare dal punto di vista giuridico e costituzionale. Peraltro con un difetto che per noi – che i vitalizi li vogliamo toccare sul serio – era inaccettabile: non avrebbero ridotto di un solo euro, uno che sia uno, l’importo che ogni anno viene pagato per i vitalizi degli ex parlamentari (perché ricordo che quelli in carica da questa legislatura, me compreso, non ne avranno diritto: sono stati cancellati).

È stata, invece, approvata (nonostante l’occupazione squadrista della sala in cui avveniva la riunione) una delibera presentata da noi che traduce in atto concreto il senso della proposta-Richetti: ricalcolare gli assegni versati agli ex deputati e senatori sulla base dei contributi versati. Noi proponevamo di farlo tramite legge, qui si fa con una delibera interna alla Camera. Il risultato? Che ogni anni risparmieremo 2 milioni e 400 mila euro. Quanto avremmo risparmiato con l’approvazione della proposta a 5 stelle? Zero euro all’anno.

La verità è questa, al di là delle grida, dei finti scandali, dei tentativi di inquinare l’informazione e far passare tutti come farabutti: c’è chi le cose le dice a basta e c’è chi prova a realizzarle.

 

Se hai trovato interessante questo articolo, clicca su una pubblicità a caso, a te non costerà nulla a noi ci aiuterà a investire in ricerca

ULTIMI POST

IL PD NON ESISTE MA ANCORA PRENDE VOTI (pochi)

Da ieri sentiamo notizie, numeri, proclami relativi alle elezioni nelle province di Trento e Bolzano, ma non si capisce bene, …
Leggi Tutto

LE FINTE SCARAMUCCE DEI COMMEDIANTI AL GOVERNO

Sì, proprio come diceva Pirandello, “giuoco delle parti”, “ma non è una cosa seria”. Questa commedia che va in scena …
Leggi Tutto
congresso pd

PD – CONGRESSO : La guerra è iniziata

In casa Pd ormai è guerra dichiarata. La data del congresso non è ancora stata annunciata, c’è solo una dichiarazione …
Leggi Tutto

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto
NOTIZIE DAL MONDO

Alla scoperta di Jamal Khashoggi attraverso le sue proprie parole

Chi era Jamal Khashoggi? Nato alla Medina, Arabia Saudita, classe 1958. Rampollo di una famiglia importante, il nonno è stato …
Leggi Tutto
/
ARCHIVIO ARTICOLI
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
GLI ARTICOLI PIÙ GETTONATI
  • Come un libro può aver causato il disastro italiano
    Chi sono questi due? Semplicemente due giornalisti che nel 2007 scrissero un libro entrato nella storia: LA CASTA. In teoria Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo non hanno alcuna colpa. In pratica sì, si portano sulle spalle una grande responsabilità, quella di aver dato il LA al degrado del paese. In teoria hanno solo scritto […]
  • LETTERA APERTA A ANDREA ORLANDO
    Carissimo Andrea, lo dico con sincerità, mi hai veramente deluso. Forse il fatto che eri sempre stato in silenzio, forse il fatto che non hai mai fatto nulla in vita tua che potesse provocare un dissenso, per il semplice fatto che non hai proprio fatto nulla, nonostante le innumerevoli cariche che hai avuto, insomma, che […]
  • Troppo facile vincere e poi passare la patata bollente a chi perde
    Le sceneggiate a cui stiamo assistendo in questi giorni sarebbero esilaranti se non fossero deprimenti per la loro meschinità. La pochezza di chi ha vinto raccontando balle agli elettori e adesso non sa che carte pigliare, quella dell’intero establishment dei media che ha pompato iniziative inaudite sia ai tempi del referendum che nell’ultima consultazione, e […]
  • CHI ODIA RENZI ?
      Un viaggio attraverso gli accadimenti degli ultimi due anni per scoprire cosa è cambiato nei sentimenti di alcuni Italiani verso il nostro attuale Premier. ROMA AI GRILLINI: COLPA DI RENZI? Durante le ultime amministrative si è detto più volte dovunque che la causa maggiore della perdita di Roma e Torino da parte del Pd […]